Ginnastica Preventiva
Attività fisica Adattata
BAMBINI-ADOLESCENTI-ADULTI-GRAND'ETA'

Ginnastica Preventiva

Attività fisica Adattata. È l’insieme di programmi per specifici problemi di salute posti dalla presenza di menomazioni stabilite negli esiti (per la prevenzione secondaria e terziaria della disabilità).

Caratteristiche generali dell'operatore

Il suo compito è quello di aiutare i soggetti (siano essi bambini, adulti, anziani) a meglio situarsi nel proprio contesto, ossia a modificare i loro comportamenti in termini sempre più funzionali e gratificanti. Insieme di esercitazione atte ad eliminare o rimuovere elementi di rischio in maniera tale da salvaguardare la propria salute tramite il proprio comportamento.

  • Profilassi 1°: avere una prevenzione vera e propria

  • Profilassi 2°: diagnosi

  • Profilassi 3°: rieducazione vera e propria

A livello muscolare possiamo evidenziare ipertono, contratture, squilibri di trofismo e stenia o formazione di zone algiche chiamate trigger-point. A livello osteo-articolare possiamo evidenziare artrosi, condropatie e, raramente, fratture da stress. A livello dei tendini e dei legamenti si osservano tendiniti, tendinosi o infiammazioni inserzionali. Per quel che riguarda il tessuto nervoso, si riscontrano spesso delle patologie da compressione dei fasci sensitivi e/o motori. Per i visceri si osservano varie tipologie di sintomi viscerali spesso secondari a una patologia neurologica del rachide o secondari a ipertono dei muscoli scheletrici che esercitano azione compressiva.

Prevenzione dell’educazione motoria adattata:

Da un punto di vista clinico possiamo avere un quadro:

  • Progettare ed eseguire programmi di educazione e attività motoria mirata specificamente dall’età evolutiva - all’età anziana;


  • Progettare ed eseguire programmi di educazione, attività motoria e sportiva adattata ai disabili;


  • Progettare e condurre protocolli di attività motoria volti alla prevenzione generale e specifica, ed al recupero delle patologie correlate alla sedentarietà e a scorretti stili di vita;


  • Progettare e condurre programmi finalizzati al raggiungimento e al mantenimento del quadro ottimale di salute, efficienza fisica e benessere psicofisico.

Esercizi e Disabilità Fisica

1) L’esercizio fisico /attività fisica possono ritardare i processi biologici dell’invecchiamento

2) L’esercizio fisico /l’attività fisica possono modificare i fattori di rischio per le malattie

3) L’esercizio fisico /l’attività fisica possono modificare l’espressione o le conseguenze di malattie già presenti

4) L’esercizio fisico può modificare altri fattori associati alla disabilità, come ad esempio il funzionamento psicosociale

Obiettivi

A) Acquisizione di modelli comportamentali e stili di vita utili a ridurre in maniera significativa e persistente la massa corporea;

B) Riacquisizione di abilità motorie di base;

C) Acquisizione della coscienza dell’importanza di uno stile di vita non sedentario;

D) Aumento dell’autostima.

Contattaci

Compila i campi richiesti e sarai contattato il prima possibile